info@lakeapp.com
sales@lakeapp.com
Phone English: +39 373 7708154
LakeApp | Villa Saroli
Villa Saroli, Lake Lugano, LakeApp, Lago di Lugano, mobile application
16287
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16287,mltlngg-en_GB,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,vss_responsive_adv,qode-theme-ver-9.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Villa Saroli

  • Villa Saroli on LakeApp
  • Villa Saroli on LakeApp
  • Villa Saroli on LakeApp

LakeApp

Villa Saroli

ENGLISH

Post in English

Not only is this park a leisure time area in the city centre, but it is also a small botanical jewel; in fact, its wide range of flora is a typical example of sub-tropical vegetation. The villa is in via Stefano Franscini 9 in the middle of Lugano. Before the Saroli family owned the villa it was known as villa Enderlin, after the family who built it in 1904.

Architect designed by Giuseppe Pagani, the building was originally neo-gothic. The interior was richly decorated in Liberty style, with a lot of English knick-knacks, while the exterior boasted a corner tower with an unusual roof, and a terrace with a Liberty wrought iron railing.

To the north of the villa is a ‘greenhouse’ – an orangerie, with ample south-facing arched windows completely smothered in sweet smelling evergreen jasmine. The park itself is studded with wonderful century-old trees such as the evergreen magnolia (Magnolia garandiflora), the silver cedar (Cedrus atlantica glauca), Gingko biloba, honey locusts and valuable conifers. There’s also a rare example of Californian Bay and a group of trees made up of antique varieties of camellia, rhododendron, azalea and dogwood (Cornus florida).

The estate was bought in 1961 by the city of Lugano for 5 million francs, since when the population has enjoyed it as a recreational area for relaxing and ‘recharging batteries’. The villa immediately appeared to be the most obvious venue for a History Museum, but another thirty years were to go by before the idea became reality. In the meantime it was used by the municipal offices. In the 1970s, the best known landscape architect of the time, Willy Neukom, designed the play area together with the little swimming pool. In 1974 Gastone Gambin designed the interior stained glass window depicting the coats of arms of all the Patricians of Lugano. Between 1992 and 1993 the villa was renovated and turned into the city History Museum. Art exhibitions are held regularly in the villa, throughout the park and in the Orangerie.

Opening of park:
All the year.

Opening of museum:
Only for special exhibitions.

Suggested period:
All the year.

Length of visit: 1/2 h.
Dogs: On the lead.
Accessibility with bike: No.
Playground: Yes.
Picnic area: No.
Restaurant/Bar: Yes, close to the park.

It’s not allowed to pick up flowers and fruits.

ITALIANO

Post in Italian

Il parco non è solo un’area di svago situato nel centro della città ma anche un piccolo patrimonio botanico; infatti, la sua flora variegata rappresenta un tipico esempio di vegetazione subtropicale. Il piccolo parco di Villa Saroli è situato nel centro di Lugano in via Stefano Franscini No.9, due minuti a piedi a nord del terminal dei bus.

Il parco è un’isola verde per i bambini e per tutti coloro che vogliono godersi un po’ di tranquillità in mezzo al traffico e alle attività frenetiche a cui è sottoposto il cuore della città di Lugano. All’interno del giardino è possibile trovare numerose panchine dove potersi riposare in un’atmosfera tranquilla e naturale. Inoltre, sono a disposizione dei visitatori più giovani uno spazio attrezzato con giochi, sicuro e lontano dai pericoli della strada, e due piccole vasche d’acqua che, d’estate, offrono refrigerio dalla canicola e divertimento. Il parco non è solo un’area di svago ma anche un piccolo patrimonio botanico; infatti, la sua flora variegata rappresenta un tipico esempio di vegetazione subtropicale.

Nella parte nord del parco è stata costruita una bellissima Orangerie in stile ‘900, le cui finestre ad arco sono affiancate da colonne di sostegno in sasso di tufo, interamente ricoperte da piante di gelsomino profumatissimo. Oggi l’Orangerie è utilizzata come spazio espositivo per mostre d’arte temporanee. Il parco La storia del parco è strettamente legata a quella della villa. Prima che divenisse proprietà dei Saroli, la villa era conosciuta dai Luganesi come Villa Enderlin, dal nome della famiglia che la fece costruire nel 1904, dall’architetto Giuseppe Pagani. L’edificio è un’originale creazione in stile gotico – rinascimentale.

All’interno si notano ricchi elementi decorativi in stile liberty e “arts & crafts” inglese, mentre all’esterno spicca una torre d’angolo con tetto di forma insolita per Lugano ed una terrazza con ringhiere in ferro battuto di ispirazione Liberty. Sul lato nord della villa si trova una pregevole serra – Orangerie con ampie finestre a volta, aperte nella facciata sud, completamente ricoperta da gelsomini sempreverdi profumatissimi. Dal punto di vista vegetazionale, il parco è costellato da bellissimi alberi secolari come la magnolia sempreverde (Magnolia grandiflora), il cedro argentato (Cedrus atlantica glauca), il Gingko biloba, il Liquidambar ed altre conifere di gran pregio. Si può ammirare, inoltre, un raro esemplare di alloro californiano ed un gruppo composto da varietà antiche di camelie, rododendri, azalee e Cornus florida.

Il Comune di Lugano acquista il fondo nel 1961 per quasi 5 milioni di franchi: a partire dal 1962, la città può così disporre di un’importante area verde di svago e ricreazione. La funzione più consona per la villa appare subito essere quella di museo d’impronta storica, ma occorre attendere un trentennio perché l’edificio diventi sede di allestimenti museali. Nel frattempo, viene utilizzato da alcuni uffici dell’amministrazione comunale. Negli anni ’70, il più noto architetto paesaggista svizzero di quell’epoca, Willy Neukom di Zurigo, progetta e realizza l’angolo dei giochi per i bambini, con la piccola piscina. Nel 1974, Gastone Cambin realizza la bella vetrata dello scalone interno, con gli stemmi del patriziato di Lugano. Tra il 1992 ed il 1993 la villa è sottoposta a restauro e diviene sede del museo storico della città. Periodicamente, vengono allestite delle mostre d’arte nella villa, nel parco e nell’Orangerie.

Apertura parco:
Tutto l’anno.

Apertura museo:
In caso di mostre.

Periodo consigliato di visita:
Tutto l’anno.

Entrata parco:
Gratuita.

Entrata museo:
Libera.

Possibilità di visite guidate:
No.

Durata della visita:
Mezz’ora.

Cani:
Al guinzaglio.

Accessibilità con biciclette:
No.

Parco giochi:
Sì.

Area pic-nic e grill:
No.

Ristoranti/bar:
Sì, nelle vicinanze.

Non è possibile raccogliere fiori e frutti.

Lake

Lake Lugano

Address

Viale Stefano Franscini 9, 6900 Lugano

Nearest city

Lugano

Date

April 05, 2016

Category
Lake Lugano, Parks & Villas, Walks
No Comments

Post A Comment